Il Parco

Home / Il Parco

L’Asinara, da sempre, è stata molto frequentata per la sua posizione centrale nel Mediterraneo; conosciuta dai fenici, greci e romani durante le loro navigazioni commerciali. Durante il Medioevo i monaci Camaldolesi vi giunsero per professare il loro culto dedicandosi alla coltivazione dei terreni.
Lungo le coste frastagliate dell’isola trovarono dimora provvisoria pirati e corsari. Alla fine dell’800 arrivarono sull’isola pescatori liguri e pastori sardi; i 500 abitanti, faticosamente ambientati, furono allontanati nel 1885, in seguito all’esproprio firmato da Re Umberto per dare la possibilità di creare una colonia penale agricola ed una stazione sanitaria di quarantena.
Durante la Prima Guerra Mondiale sull’isola venne creato un campo di concentramento per migliaia di prigionieri austro-ungarici. Nel periodo tra il 1970 e i primi del 1990, la colonia penale venne trasformata il carcere di massima sicurezza. Dal 1997 l’Asinara è un Parco Nazionale.